Sei in: home | ospitalità | napoletanità | antichi sapori | 'E purpetielli affucati

Notizie ed eventi

'E purpetielli affucati

Ricetta realizzata dalla cuoca Anna Migliaccio
(Trattoria La Campagnola - Piazzetta Nilo)

Presentazione della ricetta

zuppa lenticchie e castagne

Napoli, città di mare, offre numerosissimi ottimi piatti a base di pesce.

La ricetta di mare che presenta la Trattoria la Campagnola, è un piatto povero tra i più antichi ed i più conosciuti dell'arte culinaria partenopea: 'e purpetielli affucati, ovvero: i polipetti affogati.

Il pesce è sempre stato, per i Napoletani, l'alimento più apprezzato; nel XVI secolo, con l'avvento del pomodoro, proveniente dalle Americhe: il "Nuovo Mondo", la cucina napoletana, con nuovi e spesso "audaci" accostamenti, riuscì subito ad esaltare e ad ulteriormente valorizzare, i suoi appetitosi piatti, ¬†anche il sempre apprezzato pescato del Golfo.

Lunajanca

bottiglia vino Falerno del MassicoCantina "I Borboni" (Italia)

Uvaggio: Coda di Volpe

Alla vista si presenta con un colore giallo paglierino chiaro e sfumature di giallo verdolino, molto trasparente. Al naso denota aromi intensi, puliti e gradevoli che si aprono con note di biancospino, pera e mela seguite da aromi di arancio, ananas, ginestra e pesca.

In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco fresco e comunque equilibrato, buon corpo, sapori intensi, piacevole. Il finale è persistente con ricordi di mela e pera.

Questo vino matura per 6 mesi in vasche d'acciaio e per 2 mesi in bottiglia.

Vino consigliato da:
Gennaro Nota, titolare dell’Enoteca Vinorium Historia

Ingredienti

  • polipetti
  • pomodorini freschi o, nel periodo invernale, di "piennulo"
  • 1 spicchio d'aglio
  • olive nere
  • capperi
  • olio extravergine di oliva
  • sale q.b.
  • peperoncino
  • prezzemolo fresco

Preparazione

  • in un tegamino (preferibilmente di terracotta) versate l'olio e aggiungete l'aglio e i capperi;
  • adagiatevi i polipetti e lasciateli rosolare per qualche minuto;
  • aggiungete i pomodorini e il peperoncino.
  • quasi a fine cottura, aggiungete le olive nere snocciolate e il prezzemolo tritato al momento.

Da servire, se si vuole, immergendo parzialmente una fetta di "pane cafone" preventivamente tostato in una padella e... buon appetito!